110&Lodi per Stefano Caserini Sindaco
Per una città con… il massimo dei voti!

Desideriamo ringraziare chi, attraverso il voto di domenica 11 giugno, ha riconosciuto la bontà della nostra proposta, a chi in questi mesi ha contribuito a elaborare e a far conoscere le 110 idee per la città sottraendo tempo alla famiglia, al lavoro e al proprio tempo libero, e mettendo a disposizione passione, competenza ed esperienza.

Il risultato raggiunto dalla nostra lista in relativo poco tempo, con scarse risorse a disposizione e con un nuovo simbolo, è positivo; siamo riusciti a farci conoscere e a ottenere un risultato importante, che ci permetterà di essere rappresentati in Consiglio Comunale.

Non intendiamo fermarci qui. La nostra presenza non si chiude con le elezioni, da oggi le 110 idee del nostro programma, che sono il frutto di un’elaborazione collettiva, saranno i contenuti delle nostre iniziative in Consiglio e in città. Vogliamo mantenere la nostra presenza e allargarla a chi ci ha conosciuto in questi mesi e a tutti i cittadini che, pur non avendoci votato, hanno apprezzato i contenuti del nostro programma.

Siamo consapevoli che per Lodi si apre una fase non facile della vita amministrativa, i risultati del voto ci dicono di un disagio crescente e di un allontamento dalla politica evidenziato da un ulteriore calo di partecipazione al voto. È una tendenza che dobbiamo contrastare perchè la partecipazione, non solo attraverso il voto, è elemento indispensabile della democrazia.

In queste ore molti ci chiedono cosa faremo al ballottaggio, ragione per cui vogliamo essere chiari, fissando alcuni punti sui quali il nostro gruppo concorda.

Non voteremo la coalizione di centro destra, distante da quei valori di democrazia, solidarietà, uguaglianza, giustizia sociale, inclusività, difesa dei beni comuni e dell’ambiente, alla base del nostro programma.

Non accetteremo nessuna richiesta di apparentamento, con buona pace di chi in questi mesi ci dava pronti ad “inciuci” seminando falsità: riteniamo che la coerenza in politica sia importante e sia un requisito imprescindibile affinché si ristabilisca un rapporto di fiducia con i cittadini.

Siamo convinti che allearsi con il centro sinistra oggi, dopo che non ne abbiamo condiviso contenuti, metodi e valutazioni sul recente passato politico di Lodi, sarebbe svilente per l’idea che abbiamo del far politica. Non ci interessa un posto da Assessore, ma 110&Lodi vuole continuare a lavorare con i cittadini per un’idea diversa di città, rispettando la volontà degli elettori che hanno creduto nella nostra proposta.

Siamo fiduciosi che chi ci ha votato saprà quale scelta fare il prossimo 25 giugno.

Stefano Caserini e i candidati della lista 110&Lodi.